Partiti i lavori di installazione del semaforo in Strada di Canizzano

Difficilmente l’intervento metterà in sicurezza un’arteria pericolosissima, già teatro di molti incidenti

Con un ritardo di almeno 6 mesi sono iniziati i lavori di installazione del semaforo in Strada di Canizzano, parte di un annunciato piano del Comune di (presunta) messa in sicurezza del quartiere. Meglio tardi che mai si dirà. Già, ma molti sono gli aspetti discutibili dell’opera. Rinfreschiamoci la memoria ripercorrendo cosa è avvenuto negli ultimi mesi.

Dettagli

Gentilini toglieva le panchine, Manildo toglie il Wi-Fi

Il Comune di Treviso ha deciso di sopprimere il collegamento wi-fi pubblico dalle piazze S. Vito e Borsa e dai giardini di Sant’Andrea.
Tale drastica decisione sarebbe motivata dal tentativo di evitare eccessive concentrazioni di migranti che sfruttano il wi-fi con i propri smartphone. Si tratta di un problema di decoro urbano? Di ripristino della sicurezza?

Dettagli

Consumo di suolo, necessario salvare il territorio: Treviso è la provincia veneta che costruisce di più

Il consumo di suolo è un problema diffuso in tutta Italia, ma Treviso è la provincia che ha costruito di più in Veneto tra 2015 e 2016 e il 12% della sua superfice è coperto da cemento. Per questo motivo la Regione ha deciso di adottare una linea dura al fine di trovare un equilibrio…

Dettagli

Segnalazioni e proposte da San Lazzaro

Resoconto della ventesima tappa del tour dei quartieri dei GrilliTreviso
Banchetto conclusivo del tour il prossimo 9 settembre

Volge al termine il tour dei quartieri dei GrilliTreviso – attivisti del MoVimento 5 Stelle, che sabato 22 luglio ha fatto visita al quartiere di San Lazzaro: si è trattato della ventesima e ultima tappa del nostro lungo tour, iniziato lo scorso 25 febbraio.

Dettagli

CETA: fra danni sicuri per le aziende italiane e trevigiane e posizioni imbarazzanti della giunta Manildo

Il Senato italiano si appresta a ratificare, il prossimo 25 luglio, il CETA, l’“Accordo Economico e Commerciale Globale” che in sostanza altro non è se non un trattato di libero scambio tra Canada e Unione Europea molto simile al famigerato TTIP. Gran parte del Pd, insieme a Forza Italia e ad altri gruppi parlamentari intende dare il via libera a tale accordo.

Dettagli